Adesso e non ancora [Articolo]

Matteo 10:7-8 Andate e predicate, dicendo: “Il regno dei cieli è vicino”, Guarite gli infermi, mondate i lebbrosi, risuscitate i morti, scacciate i demoni; gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date.

In questi giorni mi sono trovato spesso a pensare a quale sia l’essenza del Vangelo, il valore principale su cui dobbiamo porre tutte le nostre forze.

Sfogliando tra le parole di Gesù nei Vangeli mi sono reso conto che il messaggio principale, che il nostro Maestro ha predicato, era: “il regno di Dio e’ vicino”.
Cose soprannaturali succedevano ogni volta che Gesù annunciava la venuta del regno di Dio.

Cos’e’ il regno di Dio?
Io lo definirei come il governo, la sovranità e il dominio di Dio iniziato da Gesù durante il Suo ministero sulla terra fino al suo compimento quando il regno di questo mondo diventerà il regno del nostro Dio. (Apocalisse 11:15)
Il regno di Dio e’ dimostrato attraverso: guarigioni, liberazioni, salvezza, benessere, benedizioni ecc.

Il regno di Dio ha due dimensioni:

1.    Adesso;
2.    Non ancora.

1. Il regno di Dio è qui, ha invaso questa terra come un piccolo seme e sta crescendo fino a diventare una grande quercia.

2. Il regno di Dio non è ancora qui, cioè la pienezza del regno di Dio non è ancora attuata su questa terra ma sarà compiuta al ritorno del Cristo, quando Gesù siederà sul trono di Gerusalemme, è regnerà su tutta la terra.

Come credenti viviamo nel mezzo di queste due realtà, per questo Gesù ci ha insegnato a pregare “che il tuo regno venga, la tua volontà si fatta in terra com’e’ fatta in cielo“.

Il compito della chiesa è di spandere il regno di Dio su questa terra! Portare la volontà di Dio dal cielo in terra!

Antonio Morra
Team GSC Leaders

Commenti Facebook

commenti facebook